The Economy of Francesco (ITA) IN CORSO

Un evento attento alla custodia del creato


ENGLISH VERSION

The Economy of Francesco

Sisifo Società Benefit su incarico del Comitato Organizzatore di The Economy of Francesco – Global Event ha realizzato un Piano di Custodia del Creato teso a ridurre in maniera significativa l’impatto ambientale dell’evento, durante il quale giovani imprenditori e changemakers si sono riuniti ad Assisi dal 22 al 24 settembre 2022 per sottoscrivere con Papa Francesco il patto per una nuova economia. Alla conclusione dell’evento Sisifo ha elaborato il calcolo della carbon footprint dell’evento e redatto il Report di impatto disponibile qua di seguito.

BIO
  • 90% Green economy
  • 90% Sostenibilità
  • 80% Networking
  • 80% Comunicazione
  • 60% Pubbliche relazioni
  • 60% Lobbying

Indice di resilienza

8/10

 

REPORT DI SOSTENIBILITÀ DI THE ECONOMY OF FRANCESCO (ITALIANO)
SUSTAINABILITY REPORT OF THE ECONOMY OF FRANCESCO (ENGLISH)

 
 
 
Il primo maggio 2019 Papa Francesco ha indirizzato una lettera ai giovani economisti, imprenditori e change-makers di tutto il mondo con la quale li ha invitati ad un evento che aiutasse a stare insieme, conoscersi e sottoscrivere un ‘patto’ per cambiare l’attuale economia e dare un’anima all’economia di domani.

Il Papa ha indicato San Francesco come modello di ispirazione e infatti ha voluto che l’evento si chiamasse “Economy of Francesco” e si svolgesse proprio ad Assisi dal 26 al 28 marzo 2020. La diffusione della pandemia da Covid-19 ha imposto di rimandare l’evento.

Nonostante l’impossibilità di vivere quel momento di incontro, i giovani che hanno aderito all’iniziativa, si sono impegnati ad avviare, anche se a distanza, un processo di riflessione, confronto e dialogo che da allora non si è mai interrotto.

A distanza di due anni, il percorso allora avviato ha potuto finalmente avere un suo compimento nell’incontro in presenza tenutosi ad Assisi dal 22 al 24 settembre 2022.

SCENARIO

Dal 22 al 24 settembre giovani economisti e change makers provenienti da tutto il mondo si sono trovati ad Assisi per provare insieme a ripensare un modello di economia che si ispiri allo sviluppo umano integrale, all’amicizia sociale e alla fraternità universale e per firmare un patto per una nuova economia con Papa Francesco.

Questi giorni di lavoro e condivisione si sono articolati sia in sessioni plenarie che in lavori di gruppo organizzati nei 12 villaggi tematici dislocati in vari punti della città.

OBIETTIVI

Le encicliche Laudato si’ e Fratelli tutti hanno tracciato un percorso organico di sviluppo umano integrale e costituiscono le linee guida imprescindibili per la pianificazione di ogni attività umana. Economy of Francesco si è attenuto a queste linee per divenire segno del comune Pellegrinaggio di Ecologia Integrale. Tale intento si è tradotto in Azioni di Custodia del Creato dirette alla realizzazione di un evento sostenibile sia dal punto di vista ambientale che dal punto di vista sociale ed economico.

L’obiettivo principale è stato quello di limitare l’impatto negativo che l’evento avrebbe avuto sull’ambiente attraverso azioni di cura della casa comune che potessero mitigare l’impatto causato.

ATTIVITÀ

Il Piano di Custodia del Creato si è articolato in 8 aree di intervento:

  • Allestimenti: utilizzo di pallet, legno e cartone certificati PEFC per i quali è stato definito il riutilizzo post evento da parte di un’impresa locale.
  • Materiali monouso: l’intento iniziale di eliminare completamente i materiali monouso si è dovuto adattare alle disposizioni delle autorità sanitarie che hanno richiesto l’utilizzo di confezioni usa e getta per la distribuzione degli alimenti; si è quindi optato per l’utilizzo di supporti monouso realizzati con materiali biodegradabili e compostabili conformi alla norma UNI EN 13432, che potessero essere raccolti nella frazione organica e successivamente conferiti in impianti di compostaggio. La stessa tipologia di supporti è stata utilizzata nei sistemi di distribuzione automatica di bevande calde e snack. Per l’approvvigionamento d’acqua è stata messa a disposizione di ogni partecipante una borraccia riutilizzabile da riempire negli appositi punti di distribuzione dell’acqua predisposti nell’area ristoro dell’evento.
  • Ristorazione: la distribuzione dei pasti è stata pianificata con il supporto dei giovani dell’Istituto Alberghiero cittadino; le materie prime sono state fornite da soggetti agricoli che lavorano su beni confiscati alla criminalità organizzata e sul cratere sismico umbro, da agricoltura biologica e da produttori locali. Nei distributori automatici sono stati messi a disposizione snacks a base di miele al fine di porre la loro attenzione sull’importante tematica dell’estinzione delle api causata dal cambiamento climatico e dall’inquinamento. I tavoli dell’area ristoro utilizzati erano quelli in dotazione alle Pro Loco territoriali che li hanno messi a disposizione dell’evento.
  • Raccolta differenziata implementata nei vari luoghi designati con il posizionamento di raccoglitori sia da interni che da esterni adeguati in numero e tipologia alle esigenze dell’evento. I punti di raccolta sono stati presidiati da volontari per facilitare la differenziazione dei materiali conferiti.
  • Diario sostenibile realizzato in carta certificata e penna in bioplastica Mater-Bi
  • Altre azioni: i materiali cartacei di cancelleria, la carta igienica e i tovaglioli, sono stati selezionati facendo attenzione al loro impatto ambientale
  • Calcolo dell’impatto: attraverso un sistema di monitoraggio delle attività dell’evento, è stato calcolato l’impatto complessivo dello stesso con particolare attenzione alla CO2 equivalente emessa in atmosfera e quella evitata grazie alle scelte messe in atto dal Piano di Custodia del Creato.
  • Report di impatto: è stato redatto un report dettagliato della carbon footprint che evidenzia non solo l’impronta carbonica dell’evento ma anche le tonnellate di CO2 equivalente evitate grazie alla messa in opera delle Azioni di Custodia del Creato


Scarica il Report in Italiano


Download the English Report

IL RISULTATI DEL REPORT

La lettura del report di impatto evidenzia significativi risultati in termini di sostenibilità ambientale, sociale ed economica e nella fattispecie:

  • Raccolta differenziata: 93% di differenziazione e 75% di frazione organica raccolta con successivo conferimento ad impianto di compostaggio
  • Emissioni climalteranti evitate grazie alle azioni di Custodia del creato: 116 ton di CO2 equivalente
  • Emissioni climalteranti effettivamente generate dall’evento: solo 27 ton di CO2 equivalente
  • Significativa riduzione dello spreco alimentare: dei 3437 pasti distribuiti, le eccedenze per circa 440 pasti sono state consegnate a realtà, presenti nel territorio, impegnate nell’aiuto di famiglie e persone bisognose

I BENEFICI DERIVATI

La redazione del report che descrive e poi analizza quanto pianificato e realizzato non ha solo una funzione rendicontativa rispetto alla sostenibilità dell’evento, ma vuole anche:

  • incrementare la consapevolezza della pressione antropica sull’ambiente con speciale attenzione agli eventi
  • sollecitare l’impegno ad attivare azioni virtuose di assorbimento della CO2 emessa che possano compensare fino ad azzerare le emissioni climalteranti
  • fornire un modello che possa essere di ispirazione per altri eventi ecclesiastici e non solo
  • promuovere un’economia sostenibile
  • promuovere la legalità
  • disseminare i principi dell’ecologia integrale e le buone pratiche di sostenibilità ambientale, sociale ed economica ispirate alle encicliche di Papa Francesco Laudato si’ e Fratelli tutti

RICONOSCIMENTI

PARTNER

Hanno collaborato alle Azioni di Custodia del Creato le seguenti realtà portatrici di valore:


GALLERY

PER APPROFONDIRE:

 

Consegna dei Report di Sostenibilità di Fra’ Sole e di The Economy of Francesco a Papa Francesco

 

 

PAGINA UFFICIALE DEL PIANO DI CUSTODIA DEL CREATO DI EoF (ITALIANO)

OFFICIAL PAGE OF EoF’S CREATION CUSTODY PLAN (ENGLISH)

PÁGINA OFICIAL DEL PLAN DE CUSTODIA DE LA CREACIÓN DE EoF (ESPAñOL)

Il Piano di Custodia del Creato di Economy of Francesco riconosciuto tra le buone pratiche di ICESP

Fra’ Sole su ICESP “Fra’ Sole: Progetto di sostenibilità del Complesso Monumentale del Sacro Convento di Assisi”

Fra’ Sole su Ecesp “Saint Francis of Assisi: rendering a religious community sustainable and circular”

Scheda di Fra’ Sole e rete dei portatori di valore su sisifo.eu

Altri progetti di Sisifo 

Progetti correlati

Articoli correlati